Caprarola e Bagnaia

151.00

11% Off

Categories: , , SKU: N/A

Escursione di un giorno in pullman gran turismo con accompagnatore, guida locale, ingressi dove previsti, pranzo con menu fisso presso un ristorante tipico.

I posti in pullman verranno assegnati secondo l’ordine di arrivo delle richieste.

Caprarola e Bagnaia

Programma del tour

Un tour all’insegna dell’arte manieristica quello che si svolge fra Caprarola e Bagnaia. In provincia di Viterbo, lungo la Via Francigena, entrambe le città sono testimoni della tradizione artistico-architettonica dell’Italia tardo-cinquecentesca. Il tour si divide in due parti, in mattinata si procede con la visita di Villa Farnese, a Caprarola, mentre nel pomeriggio si passa a Villa Lante, in Bagnaia.


MATTINA

Caprarola – Palazzo Farnese

Il tour inizia al mattino, con la visita a Palazzo Farnese (o Villa Farnese), preziosissimo esempio della Maniera italiana, risalente al 1559-1575. L’intero Palazzo fu progettato da Antonio da Sangallo Il Giovane e Baldassare Peruzzi, ma venne portato a termine da Jacopo Barozzi, conosciuto come il Vignola. Costruito per la famiglia Farnese, all’interno è ancora possibile ammirare i saloni affrescati da alcuni dei più celebri artisti manieristi di tutta Europa, da Taddeo Zuccari fino ad Antonio Tempesta, passando per Raffaellino da Reggio. 

Il virtuosismo è presente in ogni angolo: figure mitologiche, figure sacre e celebrative, ma anche natura, geografia e astronomia. Il ciclo pittorico fu ispirato dagli scritti del marchigiano Annibal Caro e ancora oggi rende lo spettatore protagonista di un passato segnato dalla dedizione all’arte in tutte le sue forme.

Pranzo in ristorante con menu tipico


POMERIGGIO

Bagnaia – Villa Lante

Assieme a quello di Bomarzo, il giardino di Villa Lante, a Bagnaia, è fra i più conosciuti e apprezzati d’Italia. Per questo, la seconda parte del nostro tour nella Maniera italiana in Lazio è dedicata a questa villa. Perfetto esempio di giardino all’italiana, la sua costruzione venne iniziata nel 1511, ma terminata solo 50 anni più tardi. È curiosa, in particolare, l’attribuzione dell’idea a Jacopo Barozzi, il Vignola. Sì, lo stesso Vignola di Villa Farnese. Perché è curioso? Perché, arrivando da Palazzo Farnese, è possibile notare come le somiglianze siano davvero pochissime, nonostante si tratti dello stesso artista, dello stesso stile e dello stesso periodo. 

Il giardino domina la struttura e il suo centro è rappresentato dalla bellissima Fontana dei Quattro Mori. Questa non è però l’unica fontana presente nel perimetro della Villa, ce ne sono infatti diverse e tutte con vari giochi d’acqua. 

Sia Villa Lante che Palazzo Farnese sono due luoghi dall’allure unico, che vale la pena di visitare per immergersi completamente in un’altra epoca. 

Da sapere

Related products

Titolo

Torna in cima